The Celebration of the Living (who reflect upon death), 2014

image

The Celebration of the Living (who reflect upon death)

5th edition, San Cesario di Lecce, IT, Oct. 25 to dawn of Nov. 2, 2014

I am Beatrice who urges you to journey,
Come from a place to which I long to return.
Love moved me to speak my heart to you.
(Inf. II, 70-72)

Let us summon one dear to us, a deceased friend or loved one, and take him or her with us, from the first moment to the end of a journey.

Each person who decides to participate in “The Celebration of the Living (who reflect upon death),” in its fifth edition this year, is invited to bring along someone they have lost, to create a particular and pervasive dimension of accompaniment, starting with the preparations for the departure to reach San Cesario di Lecce.

Each can bring to life this voyage-in-company in the way they deem best, relying on imagination, intuition, storytelling. Will this presence/absence guide our steps and our encounters, in order to speak, like Beatrice, with us and for us?

This year the Celebration of the Living, instead of a single pilgrimage on November 2nd, will extend through a longer period and be enlivened by an unusual form of participation, between the dead who speak through the living, and the living who meet through the dead.

With total freedom, each person can decide if and when to introduce others to the invisible presence that accompanies them: for this to happen, we simply propose a space (Lu Cafausu) and a time (at dawn, every day from October 25th to November 1st). 

Across this span of days, the theme of the compresent relationship between the living and the dead will form the backdrop of gestures and conversations, until November 2nd, the final day, in which we will gather by walking, visible and invisible, from dusk towards dawn.

The fifth edition of “The Celebration of the Living (who reflect upon death)” has been realized in the context of Free Home University, with the participation of Mattia Pellegrini, Davide Ricco, Sara Alberani, Luca Musacchio, Sarah Ciracì, Gianluca Marinelli, Matteo Greco, Roberto Tenace, Carlo Marchetti, Lisa Batacchi and other new friends.

/

La Festa dei Vivi (che riflettono sulla morte)
5ª edizione, San Cesario di Lecce, dal 25 ottobre all’alba del 2 novembre 2014

I’ son Beatrice che ti faccio andare;
vegno del loco ove tornar disio;
amor mi mosse, che mi fa parlare.
(Inf. II, 70-72)

Convochiamo un nostro caro, un’amata o un amato, un amico scomparso e portiamolo con noi, dal primo momento fino alla fine di un viaggio. 

Ogni persona che decida di intervenire a “La Festa dei Vivi (che riflettono sulla morte)”, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, è invitata a portare con sé un proprio defunto, per creare una particolare e pervasiva dimensione di accompagnamento,fin dalla preparazione della partenza verso San Cesario di Lecce. 

Ognuno potrà dare vita a questo viaggio-in-compagnia nella forma che preferisce, affidandosi all’immaginazione, all’intuizione, al racconto.  Sarà questa presenza/assenza a guidare i nostri passi e i nostri incontri, a parlare, come Beatrice, con e per noi?

Quest’anno la Festa dei Vivi, invece di un unico pellegrinaggio in occasione del 2 novembre, si protrarrà per un periodo più lungo, e sarà animata da una inconsueta forma di partecipazione, fra i morti che parlano attraverso i vivi, e i vivi che si incontrano attraverso i morti.

In completa libertà ognuno deciderà se e quando far incontrare ad altri la presenza invisibile che l’accompagna: perché ciò avvenga ci limitiamo a proporre uno spazio (Lu Cafausu) e un tempo (l’alba di tutti i giorni tra il 25 ottobre e il primo novembre). 

Inoltre, nell’arco dei giorni previsti, il tema del rapporto compresente tra vivi e morti farà da sfondo a gesti e conversazioni, fino al 2 novembre, giornata conclusiva, in cui, visibili e invisibili, ci ritroveremo camminando, dal tramonto verso l’alba.

L’edizione 2014 de “La festa dei vivi (che riflettono sulla morte)” è stata realizzata nell’ambito di Free Home University con la partecipazione di Mattia Pellegrini, Davide Ricco, Sara Alberani, Luca Musacchio, Sarah Ciracì, Gianluca Marinelli, Matteo Greco, Roberto Tenace, Carlo Marchetti, Lisa Batacchi e il contributo di altri nuovi amici.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s